Sintomi precoci di atrofia muscolare spinale (SMA) di tipo 1 Sintomi precoci di atrofia muscolare spinale (SMA) di tipo 2
Signs of SMA

Per i bambini affetti da SMA un intervento terapeutico tempestivo è di vitale importanza e dipende strettamente dal momento della diagnosi.4

I motoneuroni inferiori, infatti, vengono danneggiati in modo irreversibile e persi nei primi mesi di vita.43

L’inizio precoce del trattamento è fondamentale per poter frenare la rapida perdita di motoneuroni e la loro progressiva degenerazione.53

COS’È LA SMA?

La SMA è una patologia progressiva neuromuscolare.6

È recessiva e relativamente rara.6

È caratterizzata dalla perdita dei motoneuroni e da progressiva debolezza muscolare.75

La SMA rappresenta la seconda patologia autosomica recessiva fatale più comune, subito dopo la fibrosi cistica.87

La SMA di tipo I rappresenta la principale causa genetica di mortalità infantile in assenza di intervento terapeutico e supporto ventilatorio, con una aspettativa di vita inferiore ai 2 anni.75

La SMA colpisce all’incirca 1 soggetto su 10.000-11.000 nati vivi,98 indipendentemente da etnia o genere98

Più di 1 adulto su 50, in media, è portatore della mutazione tipica della patologia87

La SMA si manifesta in diverse tipologie a seconda del grado di severità del fenotipo, che varia in base all’età di esordio e alle tappe motorie massime raggiunte.53 È classificata clinicamente in quattro fenotipi (Tipo 1, 2, 3, 4).67

Più della metà dei pazienti SMA presenta il fenotipo 1, con comparsa dei segnali entro i 6 mesi di età.75

La SMA di tipo 2 è caratterizzata invece da un esordio tra i 6 e i 18 mesi d’età.75

...
...

LE CAUSE DELLA SMA

La SMA è causata dalla mutazione nel gene di sopravvivenza del motoneurone 1 (SMN1), portando a degenerazione dei motoneuroni e dunque a debolezza e atrofia muscolare.98

L’organismo umano possiede un gene di back-up (SMN2)10 che è in grado di produrre una quantità insufficiente di proteina SMN funzionale.6

L’organismo umano possiede un gene di back-up (SMN2)9 che è in grado di produrre una quantità insufficiente di proteina SMN funzionale.6

I quantitativi di proteina SMN prodotta non sono sufficienti per assicurare la sopravvivenza del motoneurone e la sua funzione.6

Clicca per vedere le differenze

Individuo non affetto:

  • La proteina SMN è fondamentale per la sopravvivenza neuronale e per la formazione delle giunzioni neuromuscolari1110

  • SMN2 costituisce il gene di back-up che codifica per la proteina SMN109

Proteina SMN funzionale

Proteina SMN non-funzionale

Proteina SMN funzionale

Proteina SMN non-funzionale

Individuo affetto:

  • La mutazione nel gene SMN1 inibisce la produzione della proteina SMN funzionale75

  • Il gene SMN2 è in grado di produrre una quantità insufficiente di proteina SMN funzionale6

  • La mancanza di espressione del gene SMN1 porta ad una degenerazione dei motoneuroni irreversibile, oltre che a debolezza e atrofia muscolare98

Proteina SMN funzionale

Proteina SMN non-funzionale

Proteina SMN funzionale

Proteina SMN non-funzionale

BLOCCARE IL PROCESSO DI PERDITA NEURONALE

La perdita di motoneuroni nella SMA è un fenomeno irreversibile53

Selezionare l’età:

Progressione della patologia

La SMA è una malattia neurodegenerativa in cui degenerazione e perdita dei motoneuroni sono continue e progressive dalla nascita.4

Più del 90% dei pazienti con SMA di tipo 1 non sopravvive o ha bisogno di supporto ventilatorio permanente entro i 2 anni d’età.12

Le tempistiche di somministrazione di una cura sono cruciali e strettamente correlate al tempo di diagnosi.

Il tempo è motoneurone nella SMA infantile4

Prima si inizia con la terapia, maggiore sarà il vantaggio per il paziente.4

Atrofia muscolare spinale (SMA) di tipo 1 progressione della malattia nel neonato di 0-6 mesi Atrofia muscolare spinale (SMA) di tipo 1 progressione della malattia nel neonato di 0-6 mesi

PNCR: tasso di sopravvivenza da SMA Type 1*

NeuroNext: tasso di sopravvivenza da SMA Type 1*

PNCR, Pediatric Neuromuscular Clinical Research12

*Sopravvivenza libera da eventi secondo la PNCR = nessuna morte o nessuna necessità di assistenza ventilatoria continuativa per ≥ 16 h/giorno e per 14 giorni consecutivi, nell’assenza di una malattia acuta reversibile;12 n=23 (pazienti tipo 1 con 2 copie di SMN2). Sopravvivenza per NeuroNext = nessuna morte o nessuna intubazione; n=2016

** Sono riportati i dati di mediana per il supporto ventilatorio e nutrizionale12

*** Dato estrapolato da Rif. 12 ed esplicitato numericamente in Rif. 13

Adattato da Anderton RS e Mastaglia FL. 201510, Finkel RS, et al. 201412 Dabbous O. 201913 e Kolb SJ, et al. 201716

Progressione della patologia

Nonostante i pazienti diagnosticati con SMA tipo 2 (con esordio della patologia tra i 6 e i 18 mesi d’età) abbiano la possibilità di raggiungere pietre miliari motorie nei primi anni di vita, tutti i pazienti mostreranno un chiaro declino progressivo con follow-up a lungo termine11

Le tempistiche di somministrazione di una cura sono cruciali e strettamente correlate al tempo di diagnosi. Il tempo è motoneurone nella SMA infantile4

Prima si inizia con la terapia, maggiore sarà il vantaggio per il paziente4

Atrofia muscolare spinale (SMA) di tipo 2 progressione della malattia nel neonato di 6-18 mesi Atrofia muscolare spinale (SMA) di tipo 2 progressione della malattia nel neonato di 6-18 mesi

TIMPSI = Test medio degli elementi di screening delle prestazioni motorie infantili

Adattato da Fig, 2B Ref. Kolb SJ, et al. 201712

IMPORTANZA DI UNA DIAGNOSI TEMPESTIVA PRECOCE53

La diagnosi precoce della SMA è di vitale importanza,53

dato che il danno che accade prima del trattamento è irreversibile53

La diagnosi precoce della SMA è di fondamentale importanza per:53

  • L’urgenza di trattamento, dettata da cause neurologiche4

  • Alleviare il grande carico di stress portato da pazientie caregivers (genitori o tutori)1513

La ricerca suggerisce che un intervento medico tempestivo può fornire i migliori benefici nella SMA1714

Atrofia muscolare spinale (SMA) di tipo 1 la cronologia della diagnosi è importante nel neonato di 0-6 mesi

Adattato da Serra-Juhe C e Tizzano EF, 2019109

IL TRATTAMENTO PRECOCE E TEMPESTIVO è VITALE PER LA SMA4

REFERENZE

Referenze
  • 1. Pera MC, et al. PLoS One. 2020 Mar 23;15(3):e0230677.
  • 2. Kolb SJ e Kissel JT. Neurol Clin. 2015;33(4):831–46.
  • 3. Prior TW, et al. Spinal Muscular Atrophy. 2000 Feb 24 [Updated 2019 Nov 14]. In: Adam MP, Ardinger HH, Pagon RA, et al., editors. GeneReviews® [Internet]. Seattle (WA): University of Washington, Seattle; 1993–2020.
  • 4. Govoni A, et al. Mol Neurobiol. 2018;55(8):6307–18.
  • 5. Glascock J, et al. J Neuromuscul Dis. 2018;5(2):145–58.
  • 6. Verhaart IEC, et al. Orphanet J Rare Dis. 2017;12:124.
  • 7. Schorling DC, et al. J Neuromusc Dis. 2020;7:1–13.
  • 8. D’Amico A, et al. Orphanet J Rare Dis. 2011;6:71.
  • 9. Hodgkinson V, et al. Can J Neurol Sci. 2020 Nov;47(6):810-815.
  • 10. Serra-Juhe C e Tizzano EF. Eur J Human Genet. 2019;27(12):1774–82.
  • 11. Anderton RS e Mastaglia FL. Expert Rev Neurother. 2015;15:895–908.
  • 12. Finkel RS, et al. Neurology. 2014;83(9):810–7.
  • 13. Dabbous O, et al. Adv Ther (2019) 36:1164–1176.
  • 14. Qian Y, et al. BMC Neurology. 2015;15:217.
  • 15. Mammas IN e Spandidos DA. Exp Ther Med. 2018;15:3673–9.
  • 16. Kolb SJ, et al. Ann Neurol. 2017;82(6):883–91.
  • 17. Lurio JG, et al. Am Fam Physician. 2015;91(1):38–44.
  • 1. Pera MC, et al. PLoS One. 2020 Mar 23;15(3):e0230677.
  • 2. Kolb SJ e Kissel JT. Neurol Clin. 2015;33(4):831–46.
  • 3. Glascock J, et al. J Neuromuscul Dis. 2018;5(2):145–58.
  • 4. Govoni A, et al. Mol Neurobiol. 2018;55(8):6307–18.
  • 5. Schorling DC, et al. J Neuromusc Dis. 2020;7:1–13.
  • 6. Verhaart IEC, et al. Orphanet J Rare Dis. 2017;12:124.
  • 7. D’Amico A, et al. Orphanet J Rare Dis. 2011;6:71.
  • 8. Hodgkinson V, et al. Can J Neurol Sci. 2020 Nov;47(6):810-815.
  • 9. Serra-Juhe C e Tizzano EF. Eur J Human Genet. 2019;27(12):1774–82.
  • 10. Anderton RS e Mastaglia FL. Expert Rev Neurother. 2015;15:895–908.
  • 11. Mercuri E, et al. Neurol. 2019;93(13):e1241–7.
  • 12. Kolb SJ, et al. Ann Neurol. 2017 Dec;82(6):883-891.
  • 13. Mammas IN e Spandidos DA. Exp Ther Med. 2018;15:3673–9.
  • 14. Lurio JG, et al. Am Fam Physician. 015;91(1):38–44.